02.12.2014 - Edilizia & Territorio
Sassari appalta il Polo Naturalistico di Piandanna
L'Università manda in gara per 25,8 milioni la realizzazione dell'orto botanico di Sassari appalta il polo naturalistico di Piandanna
A Bolzano pubblicato il bando per il parco tecnologico riguardante il fabbricato storico dell'ex Alumix

L’Università di Sassari manda da in gara la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori di completamento funzionale delle aree 4, 5, 6 e 7 del polo bionaturalistico di Piandanna e la realizzazione dell'ortobotanico.
L'importo complessivo dell'appalto è di 25.829.381 euro, di cui 458.903 euro per i servizi di progettazione esecutiva, 24.265.500 euro per lavori, 464.978 euro per oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso d'asta, 640mila euro per gestione e manutenzione, non scontabili. L'intervento è progettato dal raggruppamento temporaneo di professionisti Studio Amati-Siproj-Progeest. Il polo bionaturalistico di Piandanna, con il suo orto botanico, costituisce una delle massime priorità del
Programma edilizio dell'Università di Sassari per il prossimo triennio.
La struttura, una volta terminato il lotto funzionale di completamento, potrà ospitare una serie di dipartimenti, aule e spazi destinati a servizi per le molteplici esigenze dell'Ateneo. Il cantiere avrà una durata di 1.230 giorni. Il bando rimane aperto fino al 27 gennaio 2015 (aggiudicazione con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa).
Ulteriore passo avanti nello sviluppo del Parco tecnologico a Bolzano sud: il 24 novembre è stata bandita la gara per i lavori di ristrutturazione dell'edificio centrale 2, dove sorgeranno i laboratori del Parco. Con il bando sono gettate le basi per avviare nel 2015 i lavori di entrambi gli edifici centrali. L'edificio centrale 2 del Parco tecnologico a Bolzano sud comprende il fabbricato storico dell'ex Alumix costruito negli anni Trenta in stile Bauhaus e posto sotto tutela sul piano architettonico. Una volta
completati gli interventi, ospiterà prevalentemente laboratori negli ambiti di ricerca degli alimenti e dell'energia rinnovabile che saranno insediati dalla Libera università di Bolzano e dall'Eurac. I lavori riguardano un volume complessivo di 50mila metri cubi e nel bando di gara è compresa anche la realizzazione dell'area esterna del settore centrale del Parco tecnologico.
Committente dell'edificio centrale 2, come del fabbricato 1, è la Business Location Siidtirol (Bis), secondo cui i lavori potranno essere appaltati a fine estate-inizio autunno 2015 costi stimati in 20,5 milioni di euro e conclusi a inizio 2017. Già nel 2015, pertanto, gli interventi di ristrutturazione potranno svolgersi in parallelo in entrambe le strutture centrali. Per l'avvio dei lavori all'edificio centrale 1 al momento si attende il pronunciamento in ultima istanza del Consiglio di Stato, previsto per i primi mesi del prossimo anno.

AGGIUDICAZIONI
Aggiudicazione definitiva per l'ospedale della Piana di Gioia Tauro a Palmi. A vincere i lavori dal valore di 116,8 milioni è la Tecnis di Tremestieri Etneo (l'aggiudicazione provvisoria è del maggio di quest'anno) associata in questa opera con Cogip infrastrutture e Sintec. L'intervento rientra nel piano di potenziamento delle strutture sanitarie in Calabria che prevedono la costruzione di nuovi ospedali a Corigliano Calabro (anch'esso vinto da Tecnis per 95 milioni), Vibo Valentia e Catanzaro. Il nuovo ospedale della Piana di Gioia Tauro sarà dotato di 314 posti letto di degenza, oltre a 38 posti letto tecnici, per un totale di 352 posti. Si prevede che la struttura possa far fronte, a regime, a oltre 18mila ricoveri all'anno, considerando un tasso di occupazione medio di circa 1'80%, incrementabili fino a 21.700. Il pronto soccorso della struttura ospedaliera è stato dimensionato per un volume di 40mila accessi annui. La Tecnis è l'unica grande impresa di costruzioni rimasta nel Mezzogiorno (quindicesima nella classifica di Edilizia e Territorio). Nel 2013 ha sfondato il muro dei 300 milioni di fatturato, con utili in forte ripresa e indebitamento dimezzato.